Facciamo uso dei cookie per rendere il sito più facile ed intuitivo. I cookie sono piccole porzioni di dati usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere la navigazione più piacevole e più efficiente sul nostro sito.

I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. È possibile disabilitare l´uso dei cookie personalizzando le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l´applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

Per ulteriori informazioni sui cookie visita AboutCookies.org

We use cookies to make the site more & ugrave; easy and intuitive. Cookies are small pieces of data used to perform automatic authentication, session tracking and storage of specific information about users. We use information collected through cookies to make browsing more & ugrave; pleasant and pi & ugrave; efficient on our site.

Cookies do not store any personal information about a user and any identifiable data will not be stored. You can disable the use of cookies by customizing the settings on your computer by setting the deletion of all cookies or activating a warning message when cookies are being stored. To proceed without modifying the application of cookies simply continue browsing.

For more information about cookies visit AboutCookies.org

 

Piona




L’Abbazia di Piona è ubicata in una splendida posizione sulla sponda orientale del Lario all’estremità della piccola penisola di Olgiasca che difende una profonda insenatura del Lago di Como, nota appunto come laghetto di Piona. La vista che si gode sulle montagne dell'Alto lago è splendida.

La storia di Piona mette radice nel 610, quando sulla penisola venne fondato un oratorio dedicato a Santa Giustina. Fu riconsacrato nel 1138 e nel 1169 divenne un monastero dei cluniacensi.
La chiesa abbaziale è costruita secondo il tipico modello dei piccoli edifici romanici della zona di Como. All’interno spiccano due leoni in marmo che reggono un’acquasantiera e affreschi del XIII secolo.
A lato della chiesa si entra nel suggestivo chiostro, costruito tra 1252 e 1275, in uno stile di transizione tra romanico e gotico, circondato da bellissime colonnine con motivi figurati e vegetali. Sempre nel chiostro spiccano due affreschi del XII e XIII secolo.
Dopo la costruzione del chiostro inizio la decadenza del monastero fino alla soppressione nel 1798. La rinascita avvenne nel XX secolo e negli anni sessanta è stato elevato ad abbazia.

Intorno agli edifici abbaziali si stende una vasta zona verde, conservata dai monaci Cistercensi, che distillano ottimi liquori e infusi d’erbe.